Corsi di formazione SKF

Aggiornamento continuo, elemento essenziale per la crescita

0
68

L’aggiornamento continuo delle competenze è un elemento essenziale per il successo.

La crescita umana e professionale delle risorse è in grado di fare la differenza all’interno del mondo industriale, dove le parole d’ordine sono produttività ed efficienza.

SKF investe da sempre nella formazione attraverso un’articolata offerta di corsi per tutte le esigenze dei clienti; grazie al know-how acquisito in oltre un secolo di storia SKF è il partner ideale per crescere e innovare.

I corsi di formazione SKF coniugano teoria e pratica, con un forte focus sull’esperienza diretta, sulla strumentazione e i macchinari: i partecipanti hanno infatti l’opportunità di lavorare direttamente su banchi di prova all’interno di laboratori dedicati e di seguire i corsi nelle training room ospitate nella SKF Solution Factory di Moncalieri.

Nel 2013 SKF ha deciso di ampliare ulteriormente l’offerta formativa rafforzando il catalogo dei corsi, strutturato in quattro aree di competenza: manutenzione, affidabilità e diagnostica, ingegneria di manutenzione e progettazione.

Nei mesi di maggio e giugno sono in programma numerosi corsi.

A maggio SKF propone il corso sull’analisi vibrazionale di primo e secondo livello (dal 6 al 10 maggio), il corso dedicato ai cuscinetti volventi (14-15 maggio) e all’applicazione e manutenzione dei cuscinetti volventi (16-17 maggio).

Il corso di primo livello sull’analisi vibrazionale introduce le basi teoriche dell’analisi vibrazionale e dalle principali grandezze e misure in gioco, affrontando quindi le tecniche di acquisizione dei dati e di processamento del segnale e la costruzione di database. Vengono poi illustrati i principali danneggiamenti e i relativi spettri vibrazionali, sia in aula sia utilizzando il banco dimostrativo.

L’approfondimento di secondo livello dedicato all’analisi vibrazionale presenta le principali tecniche di analisi del segnale vibrazionale (FFT) e dei risvolti pratici nell’analisi dei principali danneggiamenti su macchine rotanti, come motori elettrici, riduttori e macchine a fluido. Le prove pratiche sono condotte utilizzando un banco di simulazione che riproduce i reali malfunzionamenti delle macchine.

Il corso dedicato ai cuscinetti volventi (14-15 maggio) analizza le nozioni generali sui cuscinetti a rotolamento, sulla classificazione ISO e nomenclatura, sul loro impiego e corretto funzionamento sulla base delle condizioni applicative, esaminando le tolleranze di accoppiamento corrette per alberi e alloggiamenti.

Per un ulteriore approfondimento è disponibile il corso dedicato all’applicazione e manutenzione dei cuscinetti volventi, (16-17 maggio), che affronta i corretti accoppiamenti e sistemi di bloccaggio dei principali montaggi dei cuscinetti, con indicazione dei sistemi di registrazione del gioco/precarico. Vengono inoltre presi in esame gli aspetti relativi alla lubrificazione dei cuscinetti e alle metodologie di montaggio e smontaggio.

Nel mese di giugno SKF propone i corsi dedicati alle tecniche di diagnostica e analisi non distruttive su macchine rotanti (3-5 giugno), alla scelta e dimensionamento dei cuscinetti volventi nella progettazione del macchinario (17-20 giugno) e alle nozioni e linee guida per la progettazione dei sistemi di lubrificazione (20 giugno).

Il corso relativo alle tecniche di diagnostica e analisi non distruttive su macchine rotanti si pone l’obiettivo di ripercorrere le principali tecniche di diagnostica e di analisi non distruttiva impiegate in ambito industriale, con particolare focus su analisi vibrazionale, analisi dei lubrificanti, termografia, endoscopia, analisi delle correnti elettriche e ultrasuoni.

Il training dedicato alla scelta e dimensionamento dei cuscinetti volventi nella progettazione del macchinario ha inizio con la definizione di nozioni di classificazione e nomenclatura dei cuscinetti, per poi prendere in esame i concetti di dimensionamento dei cuscinetti volventi, la scelta delle tolleranze di accoppiamento albero/sede, la verifica e scelta del gioco interno dei cuscinetti e i sistemi di bloccaggio.

Il corso dedicato alle nozioni e linee guida per la progettazione dei sistemi di lubrificazione (20 giugno) presenta infine i principali sistemi di lubrificazione a grasso e olio, i criteri di dimensionamento e selezione e i sistemi di lubrificazione a ricircolo e non convenzionali.

Un’offerta formativa di alto livello che conferma l’impegno di SKF nel condividere la conoscenza ingegneristica con i propri partner di mercato, per continuare a crescere e innovare.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here