TELECONTROLLO

Collaborazione fra Asem e Breton

Nel 2012, con la collaborazione di un importante cliente, Breton S.p.A., costruttore di centri di lavoro a controllo numerico ad alta velocità e macchine e impianti per lavorazioni industriali della pietra, Asem con la piattaforma Ubiquity ha conquistato il “Windows Embedded Intelligent Systems Partner Excellence Award” nella categoria Global Manufacturing, con cui Microsoft premia ogni anno i partner che si sono particolarmente distinti con l’offerta al mercato di soluzioni intelligenti e creative che risolvono specifici problemi ai propri clienti.
0
66


Nata nel 1963 dalla grande capacità inventiva del suo fondatore Mario Toncelli che intuì le grosse potenzialità di sviluppo di un settore assolutamente innovativo, Breton è oggi uno dei più importanti attori mondiali nel settore dei centri di lavoro a controllo numerico ad alta velocità e nel settore delle macchine e impianti per lavorazioni industriali del marmo, del granito e della pietra ornamentale.

Un’azienda al supporto del cliente

«Da sempre in azienda prestiamo una particolare attenzione al cliente, offrendo servizi moderni, articolati ed efficaci a necessario completamento della fornitura di macchine di qualità e con performance elevate. Essere cliente Breton significa aver scelto la qualità, l’efficienza e l’eccellenza non solo delle macchine e impianti ma anche dei servizi a corredo» afferma l’Ing. Enrico Favaro, responsabile tecnico di Breton. Breton produce in media tra le 250 e le 300 macchine l’anno e il servizio post-vendita e la manutenzione sono svolti anche su macchine vendute 15 anni prima. Il parco macchine è quindi enorme e conta circa 4.000 impianti distribuiti in tutto il mondo.

ASEM con la piattaforma Ubiquity ha conquistato il “Windows Embedded Intelligent Systems Partner Excellence Award” di Microsoft nella categoria Global Manufacturing.

Ubiquity, la soluzione a ogni problema

«Nel momento in cui Asem ci ha presentato Ubiquity, ci siamo subito resi conto di come potesse essere la soluzione ai nostri problemi. Ubiquity ci ha aperto nuovi orizzonti, rendendo possibile la teleassistenza anche sulle macchine controllate da PLC, avendo a disposizione in un’unica soluzione tutte le funzionalità necessarie per connettersi da remoto e accedere alle sotto-reti Ethernet e Seriale del pannello operatore / IPC sul quale il software Ubiquity è installato, sia su Win 32/64 che su Win CE» afferma l’Ing. Favaro. Breton ha deciso quindi di installare il software Ubiquity su tutte le macchine controllate da IPC e apprezzando anche l’offerta di pannelli operatore Asem, in cui il software per la teleassistenza Ubiquity è integrato, ha deciso di munire ogni macchina controllata da PLC con un HMI30 ottenendo la possibilità di intervenire da remoto sul controllore grazie all’accesso alla sotto-rete del pannello operatore. Breton sta oggi sfruttando appieno il potenziale di Ubiquity essendo costantemente collegata alle diverse macchine in tutto il mondo per l’aggiornamento dei software e per la risoluzione dei problemi dei clienti.

Una soluzione immediata

«Uno dei principali vantaggi di Asem Ubiquity, in particolare quando messo a confronto con le altre soluzioni per la teleassistenza presenti sul mercato, è senza dubbio la facilità d’utilizzo. Connettersi alla rete dei  clienti con Ubiquity non richiede alcuna configurazione di rete o di firewall. È quindi possibile attivare il servizio ed accedere alla rete del cliente senza alcun bisogno di assistenza o consulenza tecnica» continua Favaro.

Una VPN proprietaria ottimizzata

«L’aspetto più importante però è sicuramente la connessione via VPN end-to-end. In passato Breton era solita installare una VPN diretta verso gli impianti più grandi per accedere al sistema di automazione dei clienti, non essendo il desktop remoto sufficiente per accedere a tutti i dati di funzionamento dell’impianto. Asem Ubiquity è una soluzione in grado di garantire questa funzionalità in modo completamente integrato» afferma l’Ing. Favaro. Asem Ubiquity infatti include una VPN basata su tecnologia proprietaria appositamente sviluppata per le esigenze della comunicazione industriale. Il Virtual Private Network Ubiquity opera al livello data-link del modello ISO/OSI e supporta i messaggi broadcast di tipo UDP. Questo permette di evitare l’introduzione di complesse regole di routing e la necessità di apportare modifiche alla configurazione del gateway dei dispositivi che devono essere raggiunti, in quanto la presenza del supervisore connesso da remoto equivale a un IP connesso localmente.

Gestione flessibile degli accessi

«Altra caratteristica estremamente utile di Ubiquity è la possibilità di gestire gli accessi alle macchine differenziando profili e autorizzazioni in base alle competenze specifiche dell’utente. Per esempio l’addetto alla manutenzione preventiva e alla raccolta dati può fare una prima diagnosi a distanza del problema. Una volta resosi conto che il PLC potrebbe aver bisogno di un debug, il tecnico con le relative competenze di programmazione software del PLC avrà accesso al controllore per procedere al debug del sistema grazie ad un profilo di accesso con autorizzazioni più ampie» afferma Enrico Favaro. Ubiquity infatti permette di creare un infinito numero di utenti, gruppi di utenti o gruppi di macchine remote con diverse regole di accesso.

Conclusioni

«Oggi, il servizio è una delle armi e delle leve più importanti per una stabilire una relazione proficua con il cliente. Un fornitore che ha quindi un prodotto impeccabile, ma non garantisce un ottimo servizio ha sicuramente molte meno possibilità di avere successo. Breton ha sempre investito nel servizio post-vendita e Ubiquity ci permette di essere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza. I vantaggi portati da Ubiquity sono enormi. Il risparmio globale sui costi di servizio può essere stimato attorno al 30%. Basti pensare alla riduzione delle assistenze onsite con relativo risparmio sui viaggi e alla disponibilità totale e continua di risorse chiave nell’assistenza postvendita. Gli impianti, le macchine e i centri di lavoro Breton sono riconosciuti in tutto il mondo per l’elevato standard tecnologico e d’innovazione ma l’indiscussa qualità del servizio offerto ai clienti è spesso la ragione per cui i  clienti scelgono Breton. Il supporto al cliente infatti incide fino al 50% sulla scelta di acquistare una macchina o un impianto Breton, e Ubiquity ha permesso a Breton di raggiungere un livello di assistenza e prossimità al cliente mai raggiunto in precedenza».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here