SISTEMI LINEARI

Componenti e sistemi per il moto lineare

Qualità di prodotto e di servizio sono le linee guida su cui si basa l’operatività di Fait Group
0
188
(da sinistra) Maurizio Bassi, Fait Group Ceo, e Rossano Pierazzuoli, direttore commerciale Fait Group.

Qualità di prodotto e di servizio: queste le linee guida su cui si basa l’operatività di Fait Group, azienda toscana che si distingue non solo come distributore di componenti per il moto lineare, ma soprattutto come produttore e partner commerciale, con cui dialogare e sviluppare nuovi progetti.

Fait Group nasce nel 1976 come piccola realtà nelle forniture tecniche industriali nel distretto tessile pratese. Grazie alle elevate competenze tecniche, al supporto continuo e alla presenza capillare sul territorio, in poco tempo l’azienda riesce a divenire punto di riferimento per la ricambistica e il supporto tecnico. Grazie a questo vantaggio, negli anni successivi questo modello operativo di servizio viene utilizzato per aumentare la presenza sul mercato prima in ambito regionale, poi in quello nazionale. A cavallo tra gli anni 80 e 90, grazie al continuo miglioramento del posizionamento sul proprio mercato di riferimento, Fait Group diventa non solo distributore ma produttore, specializzandosi soprattutto nelle applicazioni di movimentazione lineare. Le numerose partnership di livello con i maggiori produttori mondiali del settore, la capacità stessa di produzione di sistemi lineari derivata da una elevata capacità produttiva, ha fatto si che oggi l’azienda sia una delle più grandi realtà a livello nazionale ed europeo.

Sviluppo nazionale e internazionale

Chi è oggi Fait Group e cosa è in grado di offrire in termini di prodotti/soluzioni/servizi.

(da sinistra) Maurizio Bassi, Fait Group Ceo, e Rossano Pierazzuoli, direttore commerciale Fait Group.

«La costante crescita della nostra azienda – conferma Rossano Pierazzuoli, direttore commerciale in Fait Group – ha dato luogo a continui miglioramenti e nuovi prodotti da proporre al mercato. Le strette collaborazioni con i marchi di riferimento nella trasmissione di potenza, la profonda conoscenza del mercato del linear motion, la grande capacità produttiva per quello che riguarda viti a disegno, moduli lineari a marchio Tecnoline, sono il risultato delle eccellenze di know-how, capitale umano e sistemi di produzione all’avanguardia che Fait Group incorpora nel proprio Dna».

In un clima di forte concorrenza e incertezza, Fait Group si pone dunque sul mercato in modo coerente e netto, puntando senza compromessi alla qualità di prodotto, alla ricerca continua e al suo sviluppo. Tutto il materiale grezzo viene attentamente controllato, come anche tutti i processi sono costantemente monitorati e in continua revisione qualitativa. Radicata nel tessuto della propria città, Prato, l’azienda opera e dà vita alla propria crescita anche oltre confine. Dopo lo sviluppo a livello nazionale, la propulsione è infatti divenuta europea.

«Durante gli anni 90 – precisa lo stesso Pierazzuoli– la presenza in mercati come quello tedesco e francese è cresciuta in maniera importante e, allo stesso tempo, si sono affondate delle solide basi per lo sviluppo in tutto il vecchio continente».

A oggi Fait Group è dunque presente con i propri prodotti in Germania, Francia (con il proprio branch Fli), Inghilterra, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Scandinavia e tutto l’est europeo, con una propria rete vendita e di rappresentanza fortemente radicata in ogni mercato.

«Un grande passo – continua Pierazzuoli – è stato fatto anche a livello extraeuropeo, con la creazione agli inizi del 2000 anche di branch negli Usa, ovvero Fait Usa, la successiva apertura di un ufficio a Taiwan; si stanno inoltre sviluppando valide realtà nel sud America, Far East, Medio Oriente e Australia. A livello aggregato possiamo affermare che il peso del fatturato estero è all’incirca del 20% sul totale, ma quello che fa ben sperare è l’aumento costante che sta avvenendo in questi ultimi anni, segno di un percorso ben delineato e correttamente impostato».

Qualità di prodotto just-in-time

Ogni singolo componente dei moduli lineari Tecnoline è stato appositamente studiato e testato per offrire un prodotto di alto livello.

In un contesto nazionale e internazionale come quello a cui stiamo assistendo è molto difficile (se non addirittura fuori luogo) poter fare strategie a medio-lungo termine.

«Può invece divenire ben più importante – sottolinea Rossano Pierazzuoli– sviluppare nuovi prodotti e lavorare sui mercati. Ed è proprio in questo periodo che Fait Group ha rinnovato per esempio la gamma Tecnoline, introducendo i nuovi assi X, Y e Z, nuovi profili  in alluminio. Ma il contesto generale influisce anche sul cliente. L’incertezza produce richieste just-in-time o con poco preavviso, con consegne veloci e particolari. Ecco perché è proprio in questo periodo che occorre investire e aumentare il passo, ed è quello che la nostra struttura sta facendo».

Un approccio molto apprezzato dal mercato, dove consegne tempestive, flessibilità e qualità sono divenute ormai una discriminante su cui porre le basi del miglior rapporto cliente-fornitore.

«Ma a nostro modo di vedere – conclude Pierazzuoli – tutto questo non basta. Pur riscontrando continuamente responsi positivi dal mercato, la caratteristica peculiare di Fait Group è quella di racchiudere e sintetizzare questi aspetti sotto un concetto fondamentale: il servizio. L’aspetto più importante, e che ci consente di essere competitivi e punto di riferimento nel mercato è la certezza di essere per il cliente non solo un fornitore, ma a tutti gli effetti un partner commerciale, con cui dialogare e sviluppare nuovi progetti».

 Moduli lineari motorizzabili

Particolare Tlz: i moduli sono stati accuratamente studiati per offrire il più ampio ventaglio di applicazioni possibili.

Il dipartimento R&D di Fait Group ha completamente rinnovato la gamma di moduli lineari Tecnoline, introducendo nuovi prodotti e completando così i campi applicativi che il mercato richiede. Lo studio è stato improntato sull’esperienza decennale nella produzione di moduli lineari, la ricerca di prestazioni eccellenza e test severi di durata in tutte le condizioni e carichi. Il risultato è una linea capace di soddisfare qualsiasi richiesta in tutte le applicazioni nel campo dell’automazione, pick&place, movimentazione lineare, tra cui spiccano le famiglie di prodotti Tly e Tlz.

Progettate ricercando elevate prestazioni, qualità e semplicità costruttiva, in tali famiglie sono impiegati estrusi in alluminio autoportanti su cui vengono installate guide a ricircolo di sfere ad alta capacità di carico. Il comparto trasmissione è affidato a pulegge dentate in acciaio e cinghia in poliuretano con trefoli in acciaio del tipo Rpp, che permette una riduzione dei giochi e della rumorosità.

I moduli Tly sono previsti in due esecuzioni, Tly 120 e Tly 180, con corsa utile di quest’ultimo sino a 6.000 mm, con velocità massima di 5 m/s.

Tlz 55, Tlz 65 e Tlz 80 sono invece le versioni disponibili per i moduli lineari Tlz, previsti con corsa utile compresa tra 1.500 e 2.000 mm (a seconda dell’esecuzione prescelta), anch’essi con velocità massima di 5/ms.

Grazie alla forte presenza e capillarità sul territorio, al supporto di una rete vendita altamanete qualificata e un reparto dedicato di Ricerca e Sviluppo, Fait Group  è in grado di offrire soluzioni complete per ogni campo applicativo.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here