LAVORAZIONI

Dal granito all’ingranaggio

Breton, dopo aver acquisito un ruolo di primo piano nel settore delle attrezzature, macchine e impianti per la lavorazione del marmo, ha imboccato ora una strada alternativa: quella della progettazione e sviluppo di centri di lavoro per la lavorazione di ingranaggi
0
185


Rendere disponibile la gamma più completa di attrezzature, macchine e impianti per svolgere tutte le lavorazioni industriali del marmo, del granito e della pietra ornamentale in genere, dalla segagione dei blocchi alla finitura e imballaggio dei prodotti. Questo è stato sin dalle origini l’obiettivo di Breton, azienda che punta a soddisfare  tutto ‘l’universo del marmista’, dal piccolo laboratorio alla grande industria, un obiettivo che nel tempo si è ampliato. Nel tempo l’azienda ha sviluppato infatti anche una vasta gamma  di centri di lavoro in grado di soddisfare le esigenze di molti altri settori industriali, tra cui quello della costruzione degli ingranaggi.

Fondata nel 1963 da Marcello Toncelli, che intuì le notevoli potenzialità di sviluppo di un settore innovativo e a quel tempo quasi inesplorato nel comparto metalmeccanico, Breton è un’impresa che, grazie alla lungimirante imprenditorialità del fondatore e alla sua capacità inventiva è cresciuta rapidamente, diventando in pochi anni una realtà di primo piano, per poi raggiungere la leadership mondiale del mercato.

Oggi Breton S.p.A. è controllata da Luca e Dario Toncelli, alla guida dell’azienda, affiancati nel consiglio di amministrazione da Roberto Chiavacci, Vice Presidente e socio storico del fondatore. L’azienda, che ha sede a Castello di Godego (TV), opera su un’area di 81.000 mq dei quali 43.000 mq coperti, e occupa circa 550 persone.

Breton, che è certificata ISO 9001 e ISO 14001, produce anche gli impianti Bretonstone, Bretonterastone e Bretonstone Cement per la fabbricazione delle pietre composite ‘Natural stone surface by Breton technology’ e le linee per la lucidatura del gres porcellanato.

Negli anni ’90 Breton è entrata di prepotenza nel settore dei centri di lavoro a controllo numerico ad alta velocità, diventando in pochi anni uno tra i più importanti attori a livello mondiale.

Tecnologie di qualità e performance elevate

I centri di lavoro Breton si contraddistinguono e sono riconosciuti per l’elevato livello tecnologico, le superiori performance produttive, le soluzioni innovative e l’indiscussa qualità del sistema prodotto/servizio offerto ai clienti.

Breton detiene l’esclusiva della tecnologia ‘Metalquartz’ applicata al settore dei centri di lavoro ad alta velocità, grazie alla quale le performance di lavorazione sono sensibilmente aumentate.

La gamma completa di centri di lavoro, sviluppata da Breton, è in grado di soddisfare le richieste dei seguenti settori industriali: aerospaziale, difesa, ingranaggi, aeronautico, automobilistico, navale, corse, energia, stampi, modellazione e prototipazione automobilistica e navale, industria manifatturiera in genere.

La gamma dei centri di lavoro Breton è concepita per lavorare i seguenti materiali: alluminio, acciaio, titanio, leghe speciali, compositi.

Tra i settori in precedenza elencati, quello degli ingranaggi era un ambito in cui Breton, fino a poco tempo fa, non era molto conosciuta, in cui oggi si sta presentando con una proposta innovativa. «Breton ha sempre affrontato qualsiasi nuova sfida, con professionalità, e molta preparazione, riuscendo così a portare innovazione in business maturi e consolidati», ci spiega Eddy Zen, Capo Progetto Meccanico di Breton. «Questa è la ragione per cui ha sempre ottenuto successo.  Nel mondo degli ingranaggi, già ad elevata maturazione tecnica, ha saputo unire il know how di un team affermato di oltre 90 progettisti a ulteriori competenze e professionalità specifiche».

Eddy Zen, Capo Progetto Meccanico di Breton.

L’utilizzo dei centri di lavoro a 5 assi si è dimostrato vincente nella costruzione degli ingranaggi soprattutto in caso di applicazioni e dimensioni specifiche.

«La competitività della soluzione che Breton propone dipende sia dalla dimensione della coppia corona-pignone da realizzare, sia dalle quantità in gioco, dice Zen. Corroborati dall’esperienza di affermati costruttori di ingranaggi si può sostenere che nel caso di piccoli lotti la proposta Breton è fortemente competitiva sia dal punto di vista dei tempi sia sotto il profilo economico rispetto alle tecnologie tradizionali a partire da moduli normali medi pari a 8/10 mm e diametri primitivi medi di 400 mm».

Una soluzione innovativa al Gear Forum

Anche Breton è stata tra i protagonisti, a Parma, durante la prima edizione del Gear Forum, tenutosi in concomitanza di MECSPE.

«Nel corso dell’evento abbiamo mostrato alcune peculiarità della nostra soluzione che prevede lo sfruttamento di potenti piattaforme di progettazione molto note e affermate per progettare e simulare l’accoppiamento dei pezzi, e procedere alla realizzazione in macchina», dichiara Eddy Zen. «La soluzione che proponiamo si basa su una piattaforma integrata composta da un codice di calcolo ingranaggi, da un applicativo CAD e uno CAM. In questo modo il costruttore di ingranaggi è guidato lungo tutto il processo di sviluppo, supportato nella definizione delle geometrie e dei percorsi utensile ottimali. Nella successiva realizzazione in macchina e nelle fasi di lavorazione dal grezzo al pezzo trattato termicamente, entra in gioco tutta l’esperienza Breton: è stato così concepito un efficace algoritmo denominato T.A.O. (Teeth Accuracy Optimizer) che elabora e migliora la sequenza di lavorazione dei denti, ottimizzando il consumo dell’utensile».

[box title=”Un centro di lavoro verticale a 5 assi” color=”#4947b8″]Il centro di lavoro verticale a 5 assi Ultrix 1000 RT HD, ad alta velocità ed elevato grado di automazione, proposto da Breton, è in grado d’eseguire operazioni di fresatura, tornitura e rettifica di pezzi fino a 1.200 mm di diametro. La soluzione è dotata di un potente mandrino da 75 kW, con coppia da 300 Nm, a 14.000 giri/min, e di un software per la realizzazione d’ingranaggi conici elicoidali. Il centro di lavoro verticale Ultrix può affrontare lavorazioni su acciaio, alluminio, superleghe e materiali compositi. La struttura è a portale Gantry, con trave mobile, e il movimento a 5 assi nasce dalla composizione dei 3 assi lineari con una tavola roto-tiltante. La gamma di centri di fresatura e tornitura Ultrix è formata dalla 800, a 4 assi, dalla 800 RT, e dalle Ultrix 1000, 1000 RT e 1000 RT HD. La rotazione della tavola avviene intorno a un asse C capace di raggiungere i 1.000 giri/min in tornitura. L’asse tiltante A può raggiungere i 100 giri/min. Gli assi lineari hanno velocità di 60 m/min. Le Ultrix sono macchine multitasking in grado di eseguire operazioni di tornitura in orizzontale e verticale, fresatura, foratura e rettifica, con un solo piazzamento del pezzo. La disponibilità di un bareno di tornitura, posizionato sul fianco del RAM verticale, consente alle Ultrix di tornire esternamente particolari con altezza maggiore della corsa Z della macchina, grazie all’ulteriore corsa verticale del bareno di 150 mm. Questo permette ai centri di fresatura e tornitura Breton, tra l’altro, d’utilizzare utensili più corti, riducendo così gli sbalzi e limitando l’uso di barre antivibranti solo ai casi di torniture a notevoli profondità e su materiali molto duri e tenaci. Tutte le versioni di Ultrix possono essere predisposte con magazzino utensili da 30, 60 o 150 posizioni, cambio pallet automatico e con opzioni in grado di soddisfare le diverse esigenze. I centri di fresatura e tornitura ad alta velocità Ultrix possono essere dotati, inoltre, di un mandrino di tornitura/fresatura che, consentendo d’orientare l’utensile di tornitura in posizioni diverse, permette di passare agilmente sullo stesso pezzo da una tornitura verticale a una orizzontale, in modo tale da ottimizzare sia le lavorazioni sia gli utensili e, lavorando in diagonale, di tornire anche pezzi fino a 1.000 mm. Tutte le versioni possono essere predisposte con magazzino utensili da 30, 60 o 150 posizioni, cambio pallet automatico e con opzioni in grado di soddisfare le diverse esigenze. [/box]

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here