MERCATO INTERNO

Raccomandazione sull’uso di SOLVIT

Pubblicata sulla Gazzetta ufficiale comunitaria
0
39

La Gazzetta ufficiale comunitaria ha pubblicato la raccomandazione della Commissione europea relativa ai principi per l’utilizzo di SOLVIT, la rete per la soluzione dei problemi nel mercato interno, creata come una rete di centri istituiti dagli Stati membri nell’ambito delle amministrazioni nazionali, quale strumento rapido e informale per risolvere i problemi che i cittadini e le imprese incontrano nell’esercizio dei loro diritti.

Operativa dal luglio 2002, SOLVIT è una rete per la risoluzione di problemi online, in cui gli Stati europei collaborano per risolvere concretamente i problemi derivanti dall’applicazione scorretta delle norme sul mercato interno da parte delle amministrazioni pubbliche. Esiste un centro SOLVIT in ogni Stato membro dell’Unione europea (come pure in Norvegia, Islanda e Liechtenstein), che  possono intervenire per risolvere problemi presentati sia dai cittadini sia dalle imprese. I centri SOLVIT fanno parte dell’amministrazione nazionale e s’impegnano a fornire soluzioni concrete a problemi concreti entro dieci settimane da quando viene presentato il caso.

SOLVIT è un servizio gratuito; anche se la sua gestione è di competenza degli Stati membri, è la Commissione europea che fornisce le infrastrutture e, se necessario, offre assistenza per accelerare la soluzione dei problemi. La Commissione  trasmette inoltre a SOLVIT alcuni dei reclami formali che le pervengono quando ci sono buone possibilità che il problema possa essere risolto senza necessità di un’azione legale. I settori in cui SOLVIT è finora intervenuta sono i seguenti: riconoscimento dei diplomi e delle qualifiche professionali; accesso all’istruzione; permessi di soggiorno; diritti elettorali; sicurezza sociale; diritti in materia d’occupazione; patenti di guida; immatricolazione di veicoli a motore; controlli frontalieri; accesso al mercato dei prodotti; accesso al mercato dei servizi; avvio di un’attività in proprio; appalti pubblici; fiscalità; libera circolazione di capitali e di pagamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here