IMPORTANTE TRAGUARDO

Milionesimo riduttore per Mini Motor

L'azienda emiliana, attiva dal 1974, ha raggiunto questo significativo risultato nei giorni scorsi, a poca distanza dal compimento del quarantesimo anno di età
0
95

Il reparto produzione Mini Motor ha realizzato pochi giorni fa il milionesimo motoriduttore. Si tratta di un importante traguardo, giunto a poca distanza di un secondo traguardo, altrettanto significativo  per l’azienda emiliana attiva dal 1974: quello del compimento del quarant’anni di età.

Il fondatore Gianfranco Franceschini, insieme ai figli Andrea, Lorella e Marco – tutti impegnati nell’azienda paterna – hanno accolto con soddisfazione un risultato produttivo che, nell’ininterrotto flusso quotidiano di lavoro, giunge quasi come una sorpresa.

Al di là del semplice dato numerico, certamente significativo per un’impresa di dimensioni medio-piccole, questo risultato porta anche a riflettere sui valori di impresa che hanno consentito di raggiungerlo. Valori che, ancora oggi, si identificano nella qualità costruttiva a partire dalla scelta dei materiali, nella precisione che assicura un funzionamento regolare dei motoriduttori nel tempo, nell’efficienza che permette di ottenere migliori rendimenti grazie a elevate prestazioni abbinate a bassi consumi.

A questi valori, efficacemente visualizzati nel “video istituzionale Minimotor’ di recente realizzazione, ne va aggiunto un quarto che risponde al concetto di personalizzazione.

Andrea Franceschini, export manager dell’azienda, afferma che l’obiettivo principale di Mini Motor  – nonché la ragione principale del suo pluridecennale successo in ambito italiano e internazionale – è sempre stato e continua ad essere quello di fornire prodotti ad hoc in grado di soddisfare richieste peculiari quanto a dimensioni, gravosità di applicazioni, condizioni di temperatura estreme.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here