A PARMA DAL 27 AL 29 MARZO 2014

Produzione snella e sicurezza in magazzino tra i temi di MECSPE

Molte le iniziative previste, dalle conferenze sul metodo Toyota Kata ai training sul cambio gomme di un kart. Si potranno ammirare il robot che gioca a basket e la concept city car elettrica progettata dal Politecnico di Torino.
0
107

MacchineMotorsport1

L’automazione è uno strumento fondamentale per aumentare la competitività delle imprese in tutti gli ambiti aziendali, dalla progettazione di un prodotto alla sua realizzazione in tempi rapidi in  un’ottica di ottimizzazione di tempi e costi, sino alla sua consegna: per mostrare come si evolve la fabbrica, a  MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione che si terrà dal 27 al 29 marzo 2014 a Fiere di Parma, sarà realizzata la Fabbrica Digitale – oltre l’automazione – un progetto di integrazione digitale di tutti i sistemi e sottosistemi che compongono una moderna fabbrica, in cui saranno realizzate parti della Xam 2.0, concept city car elettrica progettata e prodotta dal Politecnico di Torino con il supporto di partner. Accanto alla Fabbrica Digitale, saranno presenti le aree WIP – Work in Progress – una serie di unità dimostrative dove saranno mostrate e realizzate le innovazioni tecnologiche di Xam 2.1.

Nell’economia delle imprese, specialmente quando si tratta di ridurre gli errori e i tempi morti della produzione, gioca un ruolo fondamentale la logistica. Per questo a MECSPE torna l’appuntamento con Logistica, il salone dedicato alle soluzioni logistiche per l’industria manifatturiera, che presenterà i sistemi più innovativi del settore. Accanto all’aerea espositiva, per permettere ai visitatori di sperimentare a pieno i vantaggi della filosofia lean e automazione efficace dei processi, MECSPE organizzerà quattro iniziative speciali.

All’interno dell’Unità Dimostrativa Lean manufacturing: SMED – Single Minute Exchange Die, organizzata dall’Università Cattaneo LIUC di Castellanza, per aiutare i visitatori a capire le basi del metodo SMED saranno organizzate sessioni di training sul cambio gomme di un kart, un processo che, come lo SMED, per essere efficace richiede un’analisi scrupolosa e la sincronizzazione di ogni singola fase. Nell’area Lean Management sarà possibile assistere a conferenze sul metodo Toyota Kata, in cui alla razionalizzazione dei processi si affianca un necessario allineamento dei  team e focalizzazione degli sforzi verso il raggiungimento di obiettivi sfidanti. Il RFIDLab dell’Università di Parma, l’Università LIUC e Kuka realizzeranno l’iniziativa RFID for lean production nella quale sarà ricreata una stazione di lavoro automatizzata su una rulliera, in cui un semilavorato sarà fatto passare tra varie stazioni.  Identificati da lettori RFID, i pezzi saranno sottoposti a una specifica lavorazione, se prevista. Grazie al robot Kuka i pezzi lavorati saranno movimentati, verso una seconda postazione, per ulteriori passaggi produttivi e lavorazioni.

Tra le iniziative speciali di Logistica ci sarà Safety in Logistics, l’isola dimostrativa curata da C-Log – il Centro di Ricerca dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC sulle tematiche inerenti il mondo della Logistica e dei Trasporti, del Supply Chain & Operations Management – in cui tra teoria e pratica gli operatori impareranno la corretta movimentazione delle merci. “La filosofia lean ha come obiettivo quello di ridurre le ridondanze nell’operatività abbattendo i costi e gli sprechi. Ma presto e bene non sempre vanno d’accordo”,  spiega Fabrizio Dallari, docente e direttore di C-Log. “L’obiettivo dell’iniziativa sarà quello di ricreare il microcosmo di un magazzino dove mostrare lo stato dell’arte delle tecnologie e delle soluzioni che assicurano la protezione di persone, attrezzature e merci, per dimostrare fino a che punto la scelta di una produzione lean possa spingersi senza ripercussioni sulla sicurezza di chi vi lavora”. Safety in Logistics occuperà un’area di 250 metri quadrati e sarà articolata in diverse zone attrezzate, dove i visitatori potranno interagire con i sistemi di sicurezza, osservare da vicino alcune fasi operative e incontrare le aziende partner produttrici delle diverse soluzioni, e un’aula per la formazione con momenti di approfondimento sui temi del Salone.

Grazie alla collaborazione con Wittmann a MECSPE i visitatori potranno ammirare il robot che gioca a basket. Sul campo, sarà possibile vedere palleggi, scambi e tiri al canestro a opera di un robot cartesiano W853 a 4+1 assi (asse B servo) da 75 kg di portata al polso che gioca nel ruolo di arretrato, di un robot cartesiano W832 UHS Ultra High Speed a 3+1 assi da 7 kg di portata al polso, ad alta velocità specifico per IML top entry, che gioca nel ruolo di play e di un robot cartesiano W833 High Speed a 3+1 assi da 15 kg di portata al polso, con asse Y telescopico ad alta velocità, nel ruolo di fronte. Tutte le macchine sono dotate della nuova unità di controllo R8.3. Grazie alla simulazione di una partita di basket si mostrerà come è possibile far dialogare tra loro diversi robot. 

Sempre in tema di miglioramento e innovazione dei propri processi produttivi, si inserisce 3D Print Hub’, un’area dedicata in cui verranno proposte nuove tecniche di utilizzo della stampa 3D nei settori della produzione manifatturiera, della meccanica, della modellazione e del design industriale.

Per dare alle aziende la possibilità di realizzare nuove opportunità di business al di fuori dei confini nazionali, MECSPE ospita il progetto Spex, Senaf promo Export, che si pone l’obiettivo non solo di far incontrare le aziende con potenziali buyer, ma di accompagnarle passo passo nel processo di internazionalizzazione, offrendo un servizio consulenziale completo: dal supporto logistico e commerciale, sino a quello legale e amministrativo. Inoltre, a MECSPE saranno presenti delegazioni di buyer che provengono da Paesi europei ed extraeuropei: un’occasione per sviluppare importanti sinergie e orientare le scelte aziendali in un contesto internazionale. Nell’ambito del Progetto “Destinazione Vietnam per le imprese emiliano – romagnole dell’industria meccanica” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e promosso da Unioncamere Emilia-Romagna e le Camere di commercio regionali con la collaborazione di Fiere di Parma, è programmata la visita a MECSPE di una delegazione di buyer vietnamiti interessati all’acquisto di tecnologia made in Italy e a valutare collaborazioni di carattere produttivo.

Come lo scorso anno, MECSPE, in collaborazione con Forum Agenti, darà alle aziende che ricercano agenti la possibilità di segnalare la propria ricerca di personale specializzato sia a livello tecnico sia commerciale e fissare incontri conoscitivi direttamente in fiera. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here