Autolubrificazione, basso coefficiente d’attrito, resistenza chimica e termica

Tenute in PTFE

0
126

Nel settore delle tenute per fluidi, Pantecnica propone la sua ampia e consolidata gamma della tipologia Springflon.Fig1_Pantecnica_Picc

Le caratteristiche salienti di queste tenute, prodotte nel rispetto del “sistema di gestione della qualità aziendale” secondo UNI EN ISO 9001:2008, si basano sulle esclusive proprietà dei compounds di PTFE: autolubrificazione, basso coefficiente d’attrito, resistenza chimica e termica, tenacità rispetto alle sollecitazioni meccaniche determinate dalle pressioni in gioco.

In base al tipo di attivazione impiegato, per sopperire alla mancanza di elasticità del PTFE, le tenute Springflon si raggruppano in due tipi base: con profilo a U e con profilo a C energizzati rispettivamente con molla di espansione a pettine o toroidale, in acciaio inossidabile o in metalli nobili ( Hastelloy o Elgiloy). Questi due profili, con le rispettive varianti, sono indicati per tenute dinamiche lineari a semplice effetto su cilindri e steli, per tenute statiche su flange e dinamiche su organi rotanti. Tra le caratteristiche eccellenti derivanti dalle proprietà esclusive del PTFE e dei suoi compounds, si annoverano: l’idoneità al contatto con prodotti alimentari e farmaceutici (secondo FDA su richiesta), la sterizzabilità , la temperatura d’impiego da -75 a + 300°C ed una resistenza chimica ampiamente idonea alle più svariate condizioni operative. La pressione operativa è ammessa fino a 250 bar (profilo U) e a 700 bar (profilo C); la velocità di scorrimento è possibile fino a 15 m/sec e fino a 2,5 m/sec, rispettivamente per movimento lineare e rotatorio. Il produttore sviluppa un programma standard relativo ai diametri ricorrenti per la generalità dei cilindri e degli steli ed è attrezzato per produrre qualsiasi diametro nella gamma da 2 a 3000 mm e varianti ai profili base per soddisfare esigenze specifiche conseguenti al settore ed al tipo di applicazione. Queste guarnizioni risultano compatte, di basso attrito e di scorrimento uniforme esente da stick-slip anche con lubrificazione carente. In sintesi, le guarnizioni Springflon, grazie alle particolari proprietà, sono impiegate in molti settori : industria automobilistica (su sistemi di iniezione carburante), ingegneria meccanica (macchine CNC, compressori, pompe anche per vuoto, componenti idraulici e pneumatici), tecnologia aereospaziale (su sistemi di atterraggio e oltre), industria di processi alimentari (sistemi di dosatura e imballaggio), tecnologia medicale (cromatografia, endoscopia) , valvole per impianti di verniciatura e valvole a solenoide, impianti chimici di processo, tecnologia “offshore”(tenute per petrolio e gas naturale).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here