MODULI LINEARI

La soluzione interpressa, ideale per il settore del bianco

0
103

Tecnologia ed estetica sono due aspetti dell’industria del bianco che stanno evolvendo esponenzialmente negli ultimi anni, dimostrando una correlazione sempre più stretta. Negli acquirenti più esigenti quanto nei conservatori, si sta affermando sempre di più la tendenza a richiedere prodotti che siano esteticamente ben delineati, ma anche innovativi e funzionali.Fig2_TecnoCenter

Tenendo ben presente le ultime tendenze del mercato mondiale, Tecno Center da oltre quarant’anni progetta e realizza moduli lineari adatti a qualsiasi esigenza del cliente, creando applicazioni competitive in ogni settore dell’automazione e delle macchine utensili. La personalizzazione è l’elemento portante nella gestione del rapporto con i clienti: i moduli sono studiati e ottimizzati su richiesta, in base a studi preventivi di fattibilità, dimensionamento dei componenti della trasmissione e analisi del ciclogramma, con fornitura completa di piastre, accessori e supporti di fissaggio per l’assemblaggio di più assi, e alle eventuali lavorazioni personalizzate su carri e profilati.

Caratteristica chiave del lavoro in Tecno Center è, inoltre, sviluppare un intenso rapporto di collaborazione con il cliente, mirando a costruire un dialogo costruttivo e uno scambio di informazioni mirate alla creazione di una progettazione condivisa. Per ottenere il massimo da questa collaborazione e creare un rapporto di reciproca fiducia con il cliente, è perciò indispensabile adattarsi agevolmente ed esercitare una forte flessibilità interpersonale.

La riduzione dei “tempi morti” nei cicli produttivi è l’obiettivo comune a tutti i produttori di automazione industriale. Per rispondere a questa esigenza, Tecno Center ha sviluppato una gamma di prodotti specifici per il settore del bianco, ottimizzando velocità e accelerazioni e riducendo sensibilmente il tempo-ciclo. Nasce così l’applicazione “Interpressa Tecno Center”, in grado di coniugare sapientemente innovazione ed estetica. Il nome stesso deriva dal presupposto che l’asse fornito non è più considerato esterno alla macchina, ma parte integrante della stessa e ne concorre al tempo-ciclo: l’interpressa è infatti “dentro le presse”.

I sistemi sono composti da doppi assi (Y, Z), così mentre la traslazione verticale è affidata sia a moduli a vite che a moduli con cilindro pneumatico di compensazione, quella orizzontale è affidata a una cinghia con trasmissione a omega (la trasmissione a cinghia serve a mantenere la motorizzazione fissa e di conseguenza a eliminare il peso del motore mobile a bordo dei carri).

La quantità di moduli dipende dalla lunghezza dell’asse. Grazie a un’attenta cura delle riduzioni delle masse in gioco, è altresì possibile arrivare ad accelerazioni di oltre 10 m/s2. La barra orizzontale è ottimizzata nelle dimensioni per mantenere ridotto lo spessore dell’asse, consentendo di contenere le dimensioni della pressa.  La riduzione delle masse in gioco è anche possibile attraverso l’utilizzo di materie plastiche, e l’utilizzo dei tiranti di unione carri ha inoltre la funzionalità di passaggio cavi.

Una ulteriore innovazione riguarda la creazione del modulo verticale ZMCHH (sezione profilato 105×105 e 80×80), semplice e compatto, ideato con particolare attenzione al risparmio energetico. È un unico insieme integrato che, grazie alla forza del cilindro pneumatico di compensazione di carico, nascosto all’interno del profilato e controllato direttamente dalla testata motrice, permette di sollevare pesi notevoli con un’elevata accelerazione in verticale. L’ingresso del motoriduttore è possibile su entrambi i lati e monta guide ad alte prestazioni con lubrificazione permanente.

Disponibile anche nella versione senza cilindro, è adatto ad ogni impiego e, su richiesta, viene fornita una versione con trattamento anti-corrosione. Sempre su specifica esigenza del cliente, è possibile aggiungere una piastra di attacco attrezzo. Per migliorare l’estetica e rendere il sistema libero da ingombri, il cablaggio per asservimento attrezzo è stato inserito all’interno del modulo.

Grazie alla flessibilità, che da sempre contraddistingue Tecno Center in fase progettuale, i suoi sistemi sono usati con successo nella produzione di elettrodomestici e packaging, nel settore automobilistico, in quello delle macchine utensili e degli impianti di verniciatura, nell’industria del vetro, edile, dei serramenti, del legno e quella elettronica. Le caratteristiche prestazionali, qualitative e di affidabilità dei sistemi Tecno Center sono utili anche per la realizzazione di vere e proprie macchine utensili speciali, per esempio nel settore della foratura e della fresatura di resine poliuretaniche, legno lamellare, polistirolo, pannelli in fibre composite.

In linea con il cambiamento richiesto dal mercato, oggi Tecno Center avverte il bisogno di espandersi verso nuovi settori della comunicazione, affrontando le sfide dei media digitali per garantire una migliore fruibilità delle risorse on-line attraverso un sito web rinnovato e cataloghi completamente nuovi. Sta lavorando per aggiornare il suo stile comunicativo, proponendo un nuovo brand e un’immagine prodotto fresca e rinnovata. Tecno Center sarà presente alla fiera di Hannover dal 7 all’11 Aprile (Pad. 016 Stand G01).

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here