MICROINGRANAGGI

Fatturato in crescita del 5%

Da ricavi di 4.988.000 di euro nel 2012, l'azienda è passata ai 5.237.000 del 2013.
0
136

Fig1_Micro bis

Con un giro d’affari passato dai 4.988.000 di euro del 2012 ai 5.237.000 dello scorso anno, MICROingranaggi – azienda lombarda, specializzata, da oltre quarant’anni, nella progettazione e realizzazione di microcomponentistica meccanica ed elettromeccanica di precisione – chiude il 2013 con un incremento del fatturato pari al 5%.

grafico-01

Si tratta di un fatturato composto prevalentemente da commesse di clienti italiani, anche se negli ultimi anni l’azienda ha visto una crescita esponenziale della percentuale dei ricavi derivanti dalle vendite all’estero (in Germania soprattutto).

Continua quindi il trend positivo che da sempre caratterizza la storia di MICROingranaggi.

Visto e considerato il difficile momento storico ed economico che il mondo intero sta tutt’ora attraversando – ha commentato Stefano Garavaglia, direttore generale e titolare di MICROingranaggi devo dire che non ci possiamo lamentare. In questi ultimi anni, inoltre, è  anche complesso fare previsioni che abbiano una certa attendibilità. Perciò, per ora, è importante andare avanti facendo affidamento sulle certezze che abbiamo, oggi il lavoro c’è e per supportare la nostra crescita continuiamo e continueremo a sostenere importanti investimenti”.

Fig2_Micro bis

Il  2013 è stato per MICROingranaggi un’annata significativa anche dal punto di vista degli investimenti, a partire dall’ampliamento della sede di Buccinasco, in provincia di Milano, con un’area interna di 700 metri quadrati, totalmente destinata al reparto produttivo. Buona parte dei macchinari sono stati spostati per ottenere una migliore e più razionale organizzazione degli spazi e sono state create una nuova sala metrologica e una nuova area magazzino.

Tra immobili e macchinari – ha spiegato ancora Garavaglia – MICROingranaggi investe ogni anno quasi il 10% del fatturato, destinandone la maggior parte all’acquisto di nuove attrezzature, o alla sostituzione di vecchi macchinari con nuovi impianti tecnologicamente più avanzati e performanti.  Senza dimenticare che buona parte degli investimenti è puntualmente allocata per migliorare le condizioni di lavoro e la sicurezza dei nostri operatori”.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here