FUSETTI TRASMISSIONI MECCANICHE

Dall’ingranaggio al riduttore completo

La capacità di fondere al meglio esperienza, tecnologia, qualità e flessibilità operativa, consente a un’azienda comasca di proporsi al mercato in modo tempestivo ed efficace per rispondere al meglio alle più diverse esigenze.
0
330
Riduttore di sollevamento per gru acciaieria realizzato e assemblato da Fusetti Trasmissioni Meccaniche.

Riduttore di sollevamento per gru acciaieria realizzato e assemblato da Fusetti Trasmissioni Meccaniche.
Riduttore di sollevamento per gru acciaieria realizzato e assemblato da Fusetti Trasmissioni Meccaniche.

Macchine per la lavorazione della lamiera, impianti di laminazione dell’acciaio, comparto nautico, comparto petrolifero: sono questi i principali settori applicativi serviti da Fusetti Trasmissioni Meccaniche, azienda comasca specializzata nella produzione di ingranaggi da oltre mezzo secolo.

Alberto Fusetti, amministratore delegato della Fusetti Trasmissioni Meccaniche di Rovello Porro (CO).
Alberto Fusetti, amministratore delegato della Fusetti Trasmissioni Meccaniche di Rovello Porro (CO).

Alla guida Alberto Fusetti, amministratore delegato, chiamato a gestire una realtà imprenditoriale che, nata negli anni 50 come piccola officina meccanica di torneria, è oggi in grado di proporsi quale importante punto di riferimento nella realizzazione di gruppi di riduzione completamente assemblati, oltre a ingranaggi, pignoni, cremagliere e organi di trasmissione di vario tipo. Una struttura dove operano una dozzina di persone nello stabilimento di Rovello Porro (CO), con un fatturato che nel 2013 si è attestato sui 2milioni di euro.

«Ben lontano – precisa Fusetti – dai 3 milioni di euro raggiunti nel 2008 ma, al tempo stesso, in crescita grazie a una diversificazione di ambiti operativi che ci ha permesso di attutire gli effetti di un mercato non più così effervescente, e sempre più difficile da interpretare».

Tecnologie in costante aggiornamento

Un’attenta gestione che mai, nemmeno in questi anni, ha tralasciato uno degli aspetti più importanti che hanno determinato la crescita dell’azienda: il costante aggiornamento tecnologico.

«Il nostro parco macchine – sottolinea Fusetti – oggi consta di varie dentatrici Cnc, dentatrici a pettine, anche per interni, oltre a filettatrici, rettifiche, torni Cnc e centri di lavoro a 3 e a 5 assi. Solo dal 2009 abbiamo installato cinque macchine a Cnc, con un impegno finanziario non indifferente, ma con l’effetto positivo e immediato di aver potuto offrire al mercato ulteriori possibilità di lavorazione».

Dettaglio costruttivo di una corona dentata in bronzo.
Dettaglio costruttivo di una corona dentata in bronzo.

Ultima in ordine di tempo è stata per esempio una dentatrice a 6 assi, acquisita a gennaio dello scorso anno che ha consentito di ampliare il range di lavorazione di diametri sino a un massimo di 3.000 mm. Divenuta per il momento il fiore all’occhiello dell’officina, la macchina completa le opportunità di lavorazione degli ingranaggi affiancando le altre attrezzature capaci di realizzare pezzi finanche i 5 mm di diametro.

«Una nuova macchina – aggiunge Fusetti – che va ad arricchire i nostri reparti produttivi e ad ampliare le opportunità. Grazie ad essa abbiamo per esempio acquisito una commessa per pignoni modulo 20, in linea con le richieste di tempistica e di qualità espresse dal cliente. Alla stessa dentatrice seguirà presto l’affiancamento di un’ulteriore macchina, prevista in arrivo nel corso di quest’anno, per lavorazioni di diametri di medie dimensioni, ovvero fino a circa 1.200 mm».

Innovazione continua che consente di stare al passo con le esigenze del mercato in termini di adeguamento tecnologico. Come nel caso delle capacità operative offerte da un’altra macchina recentemente acquisita. In questo caso si tratta di un’altra dentatrice per dentature esterne e interne a pettine che, a differenze della lavorazione tradizionale, opera con cicli definiti a spirale; ovvero con il vantaggio di poter generare superiori velocità di esecuzione, asportazioni di pochissimi centesimi a battuta, usure dell’utensile praticamente inesistenti, a favore di una qualità del profilo dell’ingranaggio e tempi ciclo sensibilmente ridotti.

L’innovazione passa attraverso l’introduzione di nuove metodologie di lavorazione, come quella che rende possibile il taglio di ingranaggi con fresa a inserti, atta a favorire un sensibile contenimento dei tempi necessari per ultimare il processo, senza trascurarne come sempre la qualità.

Una politica aziendale di rinnovamento e investimento che gioca un ruolo determinante anche a livello umano, attraverso il coinvolgimento di tutti i collaboratori, motivandoli a soddisfare le molteplici esigenze provenienti dal mercato, oltre che all’inserimento di nuove figure tecniche.

«A questo proposito – precisa Fusetti – contestualmente all’acquisizione della nuova dentatrice è stato assunto un un nuovo capo officina che ha, di fatto, ampliato ulteriormente il nostro know-how e il nostro potenziale tecnico».

Dal processo al prodotto, alla fornitura completa

Le attività produttive svolte su disegno e contoterzi riguardano essenzialmente la dentatura, la brocciatura, la rettifica, la tornitura, la fresatura e il montaggio e assemblaggio riduttori.

Particolare costruttivo chiocciole dentate.
Particolare costruttivo chiocciole dentate.

«Attività svolte con la massima rapidità e flessibilità – continua Fusetti – in linea con le mutate esigenze di un mercato che riduce sempre più il lead time, ma che al tempo stesso non rinuncia alla massima qualità del processo e del prodotto».

Qualità assicurata dalla totale gestione e totale controllo da parte dell’azienda del ciclo produttivo che permette di garantire il costante monitoraggio del prodotto durante tutta la sua lavorazione.

«In ogni singola fase di lavoro – aggiunge Fusetti – i particolari sono soggetti a continui controlli dimensionali che, unitamente alla scelta accurata di fornitori e di materiali costruttivi, garantisce l’affidabilità dei nostri prodotti sotto ogni punto di vista, non solo metallurgico e meccanico ma anche di tracciabilità ecc.».

La molteplicità dei campi applicativi in cui vengono impiegati i prodotti realizzati da Fusetti ha portato la stessa azienda ad affinare le tecniche produttive su diversi materiali, mettendola nelle condizioni di poter vantare una profonda esperienza nella lavorazione di acciai legati, bronzo, alluminio, acciaio inox, titanio e materiali plastici.

L’azienda è in grado di fornire lavorazioni inerenti la dentatura e rettifica dell’ingranaggio in conto lavorazione e particolari finiti a disegno: dentatura diritta o elicoidale fino a diametro che, grazie alla nuova dentatrice, arriva ai 3.000 mm; dentatura e rettifica di alberi scanalati; dentatura e rettifica di viti senza fine; dentature interne; brocciature in genere; coppie vite senza fine-corone bronzo; cremagliere; riduttori speciali a disegno.

Dettaglio di un riduttore in fase di montaggio.
Dettaglio di un riduttore in fase di montaggio.

La stessa Fusetti Trasmissioni Meccaniche, partendo dalle singole specifiche del cliente, è in grado di eseguire la fornitura completa comprensiva di montaggio di gruppi quali riduttori, moltiplicatori, cambi di velocità, rinvii angolari. Una flessibilità che consente di fornire sia singoli gruppi speciali con casse elettrosaldate, sia serie di gruppi costruiti con l’utilizzo di fusioni di ghisa.

«Negli anni – conclude Alberto Fusetti – ci siamo anche specializzati nella revisione, ricondizionamento e riparazione di riduttori installati su vecchi impianti dei quali è per esempio difficile reperire ricambi, come vecchie trafile, impianti siderurgici, gru, mulini. Possiamo rilevare direttamente dall’impianto le misure di ingombro del riduttore e studiarne un dimensionamento costruttivo di un modello perfettamente intercambiabile a quello esistente».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here