Una soluzione per evitare l’usura e l’incisione dell’albero rotante

Le boccole salva/ripara albero

0
353

Le boccole “salva/ripara albero” sono sempre più frequentemente impiegate per evitare l’usura e l’incisione dell’albero rotante, l’usura del labbro di tenuta e la dissipazione di potenza provocate dall’attrito.Apertura_Boccole

Su alberi e organi rotanti, per trattenere in loco il lubrificante dei cuscinetti volventi o di altri organi e per la tenuta di fluidi in generale, si è ampiamente diffuso l’impiego di guarnizioni che effettuano la funzione di tenuta strisciando sulla superficie dell’albero in rotazione (fig. 1).

Fig. 1. - Schema dopo il montaggio.

L’efficacia della tenuta è funzione dell’interferenza elastica tra il labbro di tenuta e la superficie dell’albero; l’interferenza, insieme allo strisciamento ed all’inevitabile attrito, provoca l’usura della superficie dell’albero e dello stesso labbro di tenuta, la decadenza dell’effetto tenuta e l’incisione (rigatura) dell’albero (fig. 2); l’incisione dell’albero assume le caratteristiche di una gola che con il progredire dell’usura può raggiungere profondità compromettenti sull’effetto tenuta. Le boccole “salva/ripara albero” proposte da Pantecnica Service, sono sempre più frequentemente impiegate per evitare l’usura e l’incisione dell’albero rotante, l’usura del labbro di tenuta e la dissipazione di potenza provocate dall’attrito. Questo impiego realizza una soluzione pratica ed economica conseguente nella fase di primo montaggio e nella fase manutentiva; nella prima fase la boccola funge da elemento protettivo della superficie dell’albero, ostacolando il formarsi di scanalature sul punto perimetrale di strisciamento; nella seconda fase, coprendo l’eventuale scanalatura formatasi sull’albero e altri tipi di danneggiamenti superficiali, si ripristinano le condizioni originali per consentire l’impiego ottimale di un nuovo anello di tenuta. Le boccole, avendo uno spessore sottile, non alterano in misura sostanziale il diametro dell’albero e, in generale, non provocano il cambiamento del diametro nominale interno dell’anello di tenuta.

Fig. 1. - Schema dopo il montaggio.

Quest’ultima non è una regola assoluta, in quanto il pur limitato aumento del diametro dell’albero può provocare un modesto maggiore attrito e, conseguentemente, maggiore riscaldamento e maggiore dissipazione di energia. In tale situazione un’adeguata disamina delle effettive condizioni di esercizio è consigliabile, anche per verificare e valutare la possibilità di salvaguardare la superficie dell’albero, applicando soluzioni basate su elementi di tenuta caratterizzati dal fatto che realizzano lo strisciamento su controfaccia ortogonale all’asse di rotazione, senza contatto sull’albero rotante.

Specifiche tecniche

Boccole di forma tubolare cilindrica, di spessore sottile, con una estremità dotata di flangia asportabile; questa flangia facilita l’installazione (fig. 3) e alla sua base presenta un preintaglio perimetrale che ne facilita l’asportazione, se necessaria, a installazione ultimata. L’asportazione può essere eseguita tagliando la flangia stessa assialmente in una qualunque posizione e con l’impiego di un semplice tronchese, strappando in corrispondenza del preintaglio.

Fig. 3 - Boccola “salva/ripara albero”.

Materiale: acciaio inossidabile (normalmente AISI 304).

Spessore uniforme: 0,254 mm.

Finitura della superficie: Ra da 0,25 a 0,5 µm (subordinata alla dimensione).

Durezza: 95 HRB.

Dimensioni: la gamma standard è prodotta per alberi con diametri compresi tra 12 e 203 mm (0,469 e7,995 pollici).

Resistenza all’usura: per applicazioni gravose può essere aumentata con trattamenti adeguati alle esigenze.

Vantaggi

L’impiego delle boccole in argomento offre diversi vantaggi, quali per esempio:

  • Risparmi nel materiale costituente l’albero, nel trattamento e nella lavorazione di finitura.
  • Nell’applicazione manutentiva si evita di dover procedere a complicati smontaggi e rimontaggi delle parti coinvolte, alla eventuale rimetallizzazione ed alla ripresa di lavorazione dell’albero; il tutto con conseguente sensibile riduzione dei costi diretti e indiretti (“fermo macchina”).
  • In generale, il sottile spessore della boccola evita il cambiamento del diametro nominale interno dell’anello di tenuta.
  • Facile il montaggio; pochi minuti sufficienti per riparare l’albero danneggiato.
  • Predefinita e perfetta finitura superficiale delle boccole in argomento.
  • Prolungata resistenza all’usura.
  • In alcuni sistemi cuscinetto/supporto, la flangia asportabile può fungere da efficace elemento centrifugatore dello sporco che non deve penetrare nel sistema “albero/cuscinetto/anello di tenuta”.

 

 

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here